Benvenuto su TDN
Registrati o Esegui il login

La sconfitta del colera diventa simbolo contro la cultura anti-vaccini

colera_1

L’infezione fu sconfitta grazie a “una organizzazione che permise di vaccinare 800 mila persone in due settimane

ADN Kronos: 17/03/2015

Nel 1973, a Napoli, un’epidemia di colera sconvolse Napoli. Una prova dura per la città, vinta con la vaccinazione. Chiesta a gran voce dai napoletani, scesi addirittura in piazza per ottenerla. L’infezione fu sconfitta grazie a “una organizzazione che permise di vaccinare 800 mila persone in due settimane. Molti ricordano la paura della malattia, pochi l’efficienza del sistema e la centralità del vaccino”, spiega Silvestro Scotti, presidente dell’Ordine dei medici di Napoli che, in collaborazione con il Museo della arti sanitarie cittadino ha organizzato un evento basato su foto, video e rappresentazioni teatrali proprio per non dimenticare le grandi epidemie vissute dalla città. E tutto ciò che si è fatto per superarle.

“Quello che colpisce nelle foto e nelle immagini del 1973 – dice Scotti all’Adnkronos Salute – è la partecipazione di tutta la popolazione. La protesta per chiedere il vaccino, le file in attesa di essere vaccinati. E traspare la fiducia verso l’immunizzazione”. E questo, per il presidente dei medici napoletani, “era un segno di grande civiltà. Qualcosa che si sta perdendo con la diffusione della cultura anti vaccino che è legata all’individualismo crescente. Chi si vaccina, infatti, oltre a non ammalarsi, contribuisce a non far ammalare gli altri. Questo elemento oggi viene considerato sempre meno, ci si preoccupa assai più del minimo effetto collaterale rispetto al vantaggio sociale”.

L’evento, organizzato nella sede del museo delle arti sanitarie, “si sviluppa attraverso una mostra fotografica e di strumenti medici che parte dall’epidemia dell’800. Pochi sanno che ci furono 3 milioni di vaccinati contro il vaiolo, all’epoca del Regno delle Due Sicilie poco prima dell’800. Per vaccinare non c’erano le siringhe, si usava lo scarnificatore in osso, per ‘graffiare’ la pelle e mettere poi sulla ferita le gocce di vaccino”.

Le epidemie della città sono state raccontate, nel corso della manifestazione organizzata dall’Ordine dei medici, anche attraverso le parole di Axel Munthe, medico svedese ma napoletano per scelta, e quelle di Matilde Serrao. E con le immagini degli archivi della Rai, che testimoniano il dolore della città colpita, ma anche il suo riscatto. “Partendo dal ricordo di quella stagione di paura, in cui le intense emozioni sollevate dal nemico invisibile fecero acquisire coscienza non solo sui problemi ma anche sulle possibili soluzioni e compiere conseguenti scelte, si apre la riflessione sulle consapevolezze che forse oggi mancano e sulle decisioni che è urgente assumere in merito a salute e prevenzione”, aggiunge Scotti.

“Gli straordinari effetti determinati dall’adozione su larga scala della prevenzione vaccinale sulla mortalità di molte malattie infettive letali – continua – hanno fatto perdere la percezione della pericolosità delle stesse e hanno paradossalmente favorito un calo di interesse verso le vaccinazione”.

A questo si è aggiunto “il diffondersi di posizioni vaccinali estese anche attraverso l’azione sui social. Gli allarmi infettivi di questi ultimi mesi, con la quotidiana denuncia della ripresa di malattie infettive che potrebbero essere debellate da una convinta azione preventiva, impongono un rinnovato impegno per favorire la crescita tra la popolazione di una cultura vaccinale e una rinnovata attenzione alla prevenzione in senso più ampio”, conclude Scotti.

Commenti

commenti

Pubblicato il: 20-03-2015

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento



Pubblicata da: The Daily Nurse

LOGIN VELOCE

HONCode

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.

Search only trustworthy HONcode health websites:

Iscriviti via mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a The Daily Nurse, e ricevere via mail le notifiche dei nuovi articoli.

Advertising

Advertising


Esternalizzare

The Daily Opinion

  • ospedale_madonna_della_grazie__5 Matera come Gallarate? Sembra peggio 21/03/2015 - Credits foto: SassiLand Team (http://www.sassiland.com/) Concorso per infermiere cat D a Matera… Se pensate di aver visto tutto nella vita allora vi sbagliate. Matera dopo essere stata eletta capitale della cultura europea nel 2019, si è montata la testa, vuole primeggiare, ora è stata eletta capitale della VERGOGNA. Si, vuole […]
  • aip_logo AIP-Sulla rilevanza scientifica degli studi di genere e orientamento sessuale 21/03/2015 - Sulla rilevanza scientifica degli studi di genere e orientamento sessuale e sulla loro diffusione nei contesti scolastici italiani Oggi si assiste all’organizzazione di iniziative e mobilitazioni che, su scala locale e nazionale, tendono a etichettare gli interventi di educazione alle differenze di genere e di orientamento sessuale nelle scuole italiane […]
  • stressotto Stop alla reazione immunitaria infermieristica 19/03/2015 - Le reazioni immunitarie esagerate provocano danni all’organismo, e la loro manifestazione può essere davvero pericolosa per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’individuo. Ora è il momento di pensare al bene dell’individuo e cercare quindi di mettere da parte le cause (motivazioni) che provocano la reazione antigene-anticorpo. Vi starete chiedendo quale […]
  • maxresdefault Sciogliete le righe… 18/03/2015 - La riconferma della FNC Ipasvi nel solco del cammino intrapreso sulle competenze specialistiche e la odierna presa di posizione delle Senatice Annalisa Silvestro sparpaglia le truppe antagoniste e scompagina la protesta orchestrata dai soliti noti, il  motto? Sciogliete le righe. Non c’è più nulla cui appellarsi, su cui cavillare (o cavicchiare); la […]
  • get_involved Infermieri, un impegno politico, per un movimento politico 17/03/2015 -   Con la riforma della spesa (spending review) che prevede ancora “tagli lineari”, la politica e l’ infermieristica sembrano lontanissime l’una dall’altra. Abbiamo dimostrato che gli infermieri possono curare una nazione intera, lo facciamo da anni, quindi: Infermieri, Salute, Politica e Cittadini rappresentano un continuum ineludibile. Un filo rosso unisce Noi Cittadini per […]

Advertising

The Daily Tweet

Advertising

WEB & APP

  • 10646948_1499694896983870_2176166185379545887_n Statali, 100mila in piazza a Roma. RSU in Vista? (11/9/2014) -   Partenza anticipata da piazza della Repubblica per il corteo dei lavoratori del pubblico impiego che si sono raccolti ieri a Roma per protestare contro la legge di Stabilità, per la mancanza di risorse necessarie allo sblocco del contratto degli statali fermo dal 2010. Il corteo si è mosso in anticipo rispetto […]
  • 1276460908 Bilancio sociale, occasione strategica anche per il sindacato!!! (10/28/2014) - Milano, 10 ottobre 2014. Trasparenza, coinvolgimento, responsabilità. In una fase difficile e delicata sono queste le tre direttrici che il sindacato deve rilanciare, anche attraverso uno strumento concreto: il bilancio sociale. Se n’è discusso ieri nel corso della giornata seminariale “Terapie organizzative. Bilancio sociale e rigenerazione associativa”, organizzata dalla Cisl […]
  • liftwareiconovshop LIFTWARE SPOON (12/18/2014) - Un cucchiaio intelligente in grado di far mangiare chi soffre di tremori. L’idea di Google potrebbe essere di enorme aiuto ai malati di Parkinson e per coloro che soffrono di tremori. Il Liftware Spoon, riesce attraverso alcuni algoritmi a compensare il movimento della mano, riducendo gli effetti del tremore fino […]
  • InfermieristicaTeatrale Prima Residenza di Infermieristica Teatrale (ECM) (10/16/2014) -   Diciassette persone (25 professioni sanitarie accreditate), una Residenza, quattro giorni e tre notti tra laboratori, uno spettacolo e un concerto. Un viaggio dentro l’Assistenza, il Teatro, l’Arte, la Filosofia, la Cultura e L’Infermieristica Teatrale: la corsia, il palco magico dove solo le comparse diventano protagoniste: l’Arte individuale di Comunicare, […]
  • DUE ANNI PER UN'ERNIA, LA PIAGA DELLE LISTE D'ATTESA I conti a posto… (11/25/2014) - Secondo il rapporto Oasi 2014 di Cergas e SDA Bocconi, presentato oggi, la sanità italiana ha i conti a posto. Ma ora che il deficit è azzerato, comincia la parte più difficile: riorganizzare i servizi allineandoli all’epidemiologia emergente Per la prima volta in quasi 20 anni, la spesa pubblica in […]

I VOLTI QUOTIDIANI

  • Ermellina-Silvia-Zanetti Ermellina Zanetti (11/20/2014) -   Buongiorno Ermellina Zanetti si presenti ai Ns lettori Mi sono diplomata infermiera nel 1983. Successivamente ho conseguito l’abilitazione a funzioni direttive e nel 2008 la laurea magistrale. Ho lavorato dal 1983 al 1992 presso l’ospedale S. Orsola Fatebenefratelli di Brescia, prima come infermiera e poi come coordinatore. Dal 1992 […]
  • adduci Alessandro Adduci (1/31/2014) - Ciao Alessandro, grazie per aver accettato di farti intervistare. Ci faresti una breve descrizione di te, di cosa fai nella vita e del tuo curriculum formativo e lavorativo? Alessandro Adduci età 40 anni infermiere da 20, dopo molti anni di infermieristica in sala operatoria ho conseguito nel 2006 il master […]
  • angeletti Luca Angeletti (12/4/2013) - Ciao Luca, grazie per aver accettato di farti intervistare, ci faresti una breve descrizione di te, di cosa fai nella vita e del tuo curriculum formativo e lavorativo? Grazie a voi, cercherò di essere sintetico: mi sono diplomato nel 1991, l’anteguerra per molti.. ed ho iniziato subito a lavorare in […]
  • franco-ognibene Franco Ognibene (11/21/2013) - Ciao Franco, grazie per aver accettato di farti intervistare. Ci faresti una breve descrizione di te, di cosa fai nella vita e del tuo curriculum formativo e lavorativo? Ciao Andrea, nella vita sono un tipo tranquillo, mi occupo della mia famiglia seguo con attenzione i progressi negli studi e nella […]
  • 1394310_649664475096799_1976479073_a Massimo Rivolo (11/6/2013) - Ciao Massimo, grazie per aver accettato di farti intervistare. Ci faresti una breve descrizione di te, di cosa fai nella vita e del tuo curriculum formativo e lavorativo? Sono un infermiere libero professionista, ho sempre lavorato in forma individuale sin dal 1997, data in cui ho aperto la partita iva. […]