Benvenuto su TDN
Registrati o Esegui il login

Il pasticcio di Ancona // Capitolo II

Con immenso piacere ricevo e pubblico:


Gentile Direttore di “The daily Nurse”

La prego di pubblicare questa mia in quanto chiamato in causa su un gruppo di Facebook dal Segretario del Nursind Ancona Giuseppino Conti  in merito alla situazione che si è venuta a creare all’interno del Collegio IPASVI della Provincia di Ancona.

Sento il dovere di precisare e chiarire  quanto da lui  affermato per fare un pò di chiarezza su quanto accaduto. 

Rimango allibito nel leggere che il Nursind Ancona non ha alcuna responsabilità sull’attuale situazione, ma veramente il Segretario Conti pensa che i suoi colleghi infermieri siano così ingenui e sprovveduti nel credere questo?

Afferma che la bocciatura del Bilancio Consuntivo 2013 è stata effettuata “dall’Assemblea”….può forse negare, caro Segretario, che chi ha votato contro è, per caso si intende, iscritto al suo sindacato?

Può per caso negare che prima di entrare in sala per l’Assemblea, un gruppo di infermieri si è riunito fuori della sala (sotto il sole , tanto che vi ho invitato ad entrare vista la temperatura esterna…) in presenza sua e di un altro dirigente Nursind, peraltro non iscritto al Collegio di Ancona?

Puó negare che, all’esterno dell’aula stessa, numerosi iscritti al suo sindacato fermassero persone per votare contro il bilancio? (hanno anche erroneamente fermato uno dei revisori dei conti, affermando poi “ah no, tu non stai con noi”)

Può negare che, per caso si intende, molti di alcuni colleghi presenti all’Assemblea,  e per caso iscritti al suo Sindacato, erano in possesso di deleghe e che alcuni deleganti neanche sapevano per cosa servivano  le stesse (se vuole ho nomi e cognomi…)?

Afferma che il Nursind  non ha nessuna responsabilità sull’attuale situazione sul Collegio IPASVI di Ancona “peraltro fortemente supportato dallo stesso sindacato tre anni fa” ( cito le sue parole)

Provi a spiegare ai suoi iscritti come mai questo appoggio è venuto a mancare dopo pochi mesi, mettendo anche in serio imbarazzo i Consiglieri presenti all’interno del Collegio ed iscritti al suo Sindacato…

L’ Appoggio che fu dato per far decadere il precedente Presidente e che, una volta fuoriuscito dal Comitato Centrale della Federazione IPASVI e passato alla lista alternativa durante le ultime elezioni del Comitato Centrale della  Federazione Nazionale  , è invece diventato  un suo stretto consigliere.

Decisione sua autonoma o indotta, come dice Lei , da altri livelli sovraordinati “committenti”?  lo spieghi ai suoi iscritti e agli infermieri tutti per favore.

Spieghi poi a tutti noi qual è quell’attività “pesantemente diversa da quella dichiarata”?
Personalmente io e il Consiglio Direttivo  sta ancora aspettando di sapere nel dettaglio, quali sono le voci del bilancio consuntivo 2013 bocciato e che non sono in linea con quello approvato  nel 2012. Non avete voluto dare motivazioni. E molti dei suoi iscritti hanno dichiarato pubblicamente che erano d’accordo con “quanto detto dal nursind” perché “era giusto così” senza saper motivare il voto.

Quali sarebbero , nel dettaglio please, le attività risultate minimali o non significative? Perché fa finta di non sapere le difficoltà che il Collegio sta passando a causa tra l’altro di gravi errori del precedente Consiglio ( il suo “consigliere” non Le ha parlato di questo?)  nei riguardi una ex dipendente,  e che causerà un ingente perdita economica ( la richiesta di risarcimento , come esposto in Assemblea, è pari a 65.000Euro!) con indubbie ricadute sull’attività del Collegio stesso?

Parla poi di relazione non condivisa del Presidente, forse si era distratto durante l’Assemblea quanto ho avuto modo di rispondere a tale affermazione sollevata dal Consigliere ex Presidente. La relazione era presente puntualmente  in sede di Consiglio Direttivo (e in più copie) e, come più volte precisato al diretto interessato, a lui sfuggita in quanto arrivato in ritardo ( lo capisco, la strada dalla Toscana ad Ancona è lunga …).

Inoltre mi perplime la sua disinformazione, la relazione del presidente non richiede approvazione in assemblea, in quanto non contiene deliberazioni o decisioni. 

Lei, Segretario Conti, mi chiede se le mie mancate dimissioni sono frutto di consigli di “compagni di merende” (affermazione che si commenta da sé) o indotta da altri livelli sovraordinati. Forse Le sfugge il fatto che il Collegio è un Ente Pubblico non economico ( anche se qualcuno del suo sindacato mette in dubbio la cosa…) e non , parafrasando chi le sta molto vicino, una bocciofila. È pertanto doveroso sentire livelli sovraordinati, come per altro Lei sicuramente fa con i suoi livelli “committenti”.

Per quanto riguarda le altre sue “richieste”, Le ricordo che tutti i dati sono stati presentati all’ Assemblea in maniera trasparente, trasparenza che mi auguro sia presente anche all’interno del  suo Sindacato (a quando la presentazione del bilancio del Nursind di Ancona?).  Essendo il Consiglio sciolto, non posso, per correttezza verso i Consiglieri uscenti, indicare ora le loro presenze. Perché poi le chiede solo ora? Forse  per controllare se i suoi iscritti all’interno del Consiglio hanno fatto il loro dovere?

Conosce il regolamento di accesso agli atti amministrativi? Lo consulti, e poi richieda quanto le interessa. Anche in questo caso la disinformazione in merito è palese, ma sono lieto di colmare le sue lacune.

Potrei continuare a lungo e nel dettaglio, ma stendo un velo pietoso. Io caro Segretario Giuseppino Conti, mi prendo sicuramente le mie responsabilità, ma Lei non scarichi le sue e smetta di considerare i suoi colleghi come incapaci di intendere e volere.

f.to

Sandro Ortolani

Presidente uscente Collegio IPASVI Ancona

Commenti

commenti

Pubblicato il: 05-12-2014

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento



Pubblicata da: The Daily Nurse

LOGIN VELOCE

HONCode

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.

Search only trustworthy HONcode health websites:

Iscriviti via mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a The Daily Nurse, e ricevere via mail le notifiche dei nuovi articoli.

Advertising

Advertising


speciale expo2015


The Daily Opinion

  • stressotto Stop alla reazione immunitaria infermieristica 19/03/2015 - Le reazioni immunitarie esagerate provocano danni all’organismo, e la loro manifestazione può essere davvero pericolosa per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’individuo. Ora è il momento di pensare al bene dell’individuo e cercare quindi di mettere da parte le cause (motivazioni) che provocano la reazione antigene-anticorpo. Vi starete chiedendo quale […]
  • coltan-diamanti-insanguinati Chiamami coltan… 19/03/2015 - ATTENZIONE, IMMAGINI FORTI Vi siete mai chiesto cosa c’è dietro il nostro smartphone? il coltan, e tante guerre e tanti schiavi… Coltan e cassiterite. La maggior parte di voi non sa neanche cosa siano, sebbene li abbiate ogni giorno tra le mani. Sono due minerali, utilizzati per costruire i componenti elettronici di cellulari e […]
  • maxresdefault Sciogliete le righe… 18/03/2015 - La riconferma della FNC Ipasvi nel solco del cammino intrapreso sulle competenze specialistiche e la odierna presa di posizione delle Senatice Annalisa Silvestro sparpaglia le truppe antagoniste e scompagina la protesta orchestrata dai soliti noti, il  motto? Sciogliete le righe. Non c’è più nulla cui appellarsi, su cui cavillare (o cavicchiare); la […]
  • get_involved Infermieri, un impegno politico, per un movimento politico 17/03/2015 -   Con la riforma della spesa (spending review) che prevede ancora “tagli lineari”, la politica e l’ infermieristica sembrano lontanissime l’una dall’altra. Abbiamo dimostrato che gli infermieri possono curare una nazione intera, lo facciamo da anni, quindi: Infermieri, Salute, Politica e Cittadini rappresentano un continuum ineludibile. Un filo rosso unisce Noi Cittadini per […]
  • 579 #maisenzainfermieri 16/03/2015 - QUESTA NON È UNA PETIZIONE, MA UNA CAMPAGNA CHE PERMETTE DI FAR ARRIVARE A ENRICO ROSSI UN MESSAGGIO CHE NON POTRÀ IGNORARE GRAZIE AI MECCANISMI MEDIATICI INNESCATI DA MEGASHOUTS. ENRICO ROSSI RICEVERÀ IL MESSAGGIO ATTRAVERSO PIÙ MEZZI: SOCIAL NETWORK, GIORNALI, TV, RADIO, PUBBLICITÀ ONLINE, MANIFESTI, VOLANTINI, UOMINI SANDWICH E ALTRI […]

Advertising

The Daily Tweet

Advertising

WEB & APP

  • ciro Io mi vergogno (11/19/2014) - La vergogna non è altro che un’emozione negativa, la consapevolezza di un fallimento rispetto le aspettative. Io mi vergogno. Mi vergogno da infermiere e da membro iscritto Nursind. Mi vergogno per il becero modo in cui vengono posti i continui attacchi, e non mi riferisco ad attachi all’Ipasvi o a […]
  • lavoro-croce-rossa Croce Rossa verso la privatizzazione 1000 licenziamenti… (11/23/2014) - Croce Rossa verso la privatizzazione. A rischio i volontari in divisa L’allarme: “Mille militari del Corpo saranno smilitarizzati e messi in mobilità non protetta. In conseguenza di ciò si perderà la possibilità di utilizzare i circa 20.000 volontari riservisti” 3 novembre 2014 Mentre a Roma – nel complesso di Santo Spirito in […]
  • TELEFONO-SPIA COMUNICATO IMPORTANTE IPASVI PISTOIA!!! (11/29/2014) - Numerosi iscritti, mediante precise ed in alcuni casi formali segnalazioni hanno dato notizia, ad alcuni componenti dell’attuale Consiglio Direttivo del Collegio IPASVI di Pistoia, di essere stati contattati al cellulare, senza aver mai fornito il proprio numero, da qualche candidato alle imminenti elezioni di rinnovo del Consiglio Direttivo e ciò […]
  • lavocedegliinfermieri Elezioni Collegio IPASVI di Rimini – lista LA VOCE DEGLI INFERMIERI (11/11/2014) -     Come Dove e Quando votare Per una politica forte, capace di far sentire la voce degli infermieri in tutte le sedi, per una quota più bassa, per la trasparenza, per ilterritorio, per la libera professione, per gli operatori delle case di cura private, per il cittadino:   VOTA […]
  • mela-mangiata Apple lancia “Healthkit” (6/9/2014) - SABRINA VALLETTA⎪MERCOLEDÌ 4 GIUGNO 2014, 12:00 Snartphone, palmari e salute. E’ sempre più stretto il legame tra le nuove tecnologie e i nostri dati personali, anche quelli medici. L’ultima novità arriva da San Francisco, dove la Apple ha presentato le novità del sistema operativo iOS8 per iPhone e iPad: “Healthkit”, […]

I VOLTI QUOTIDIANI

  • im_a_nurse_whats_your_superpower_postcard-r3dd9adffd0cb47069b8aaba8d1df6ed7_vgbaq_8byvr_324 Io sono un infermiere, qual’è il tuo superpotere? (2/28/2015) - Andy Ward, nurse practitioner, lavora al St. Mary’s Physician di Edin Oklahoma (Staff Photo by BONNIE VCULEK) In un’epoca di carenza di medici di base, gli infermieri sono una scelta popolare e pratica per l’assistenza sanitaria. “Un Nurse Practitioner,  è in sostanza, una professionista che pratica l’ arte medica”, dice Andy […]
  • Dott.-Francesco-Saverio-Proia Francesco Saverio Proia (2/3/2014) - Dott Francesco Saverio Proia, Alto dirigente del ministero della salute. La presento ai Ns lettori: Dirigente in comando, dell’ASL RM D, presso il Ministero della Salute, Dipartimento della Qualità, Direzione Generale delle Risorse Umane e delle Professioni Sanitarie. Ha un’esperienza comprovata di insegnamento in ambito sanitario presso la Facoltà di […]
  • IMGP8114 Rosaria Capotosto, una di Noi (3/13/2015) - Salve Dott.ssa Capotosto, si presenta ai nostri lettori? Buona sera a Lei , ma diamoci del tu lo preferisco. Chi sono ? Sono molto orgogliosamente una infermiera , sposata , due figli Anna Claudia e Rocco , lavoro presso l’Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti di Foggia , ho lavorato per quasi […]
  • 1002505_1378159729113018_1868012300_n Ana Teresa Andrade (3/13/2014) - Ciao Ana, ti presenti ai nostri lettori ? Ciao a tutti , il mio nome è Ana Teresa , sono una Recruitment Consultant portoghese di Oporto , in Portogallo. Ho 34 anni , 2 figli e amo il mio lavoro !   Ana Teresa Andrade , che cosa significa essere […]
  • mauro_di_fresco Mauro di Fresco (1/27/2014) - Prof. Di Fresco, grazie per aver accettato di farsi intervistare. Si presenta ai nostri lettori? Sono un infermiere universitario assegnato presso la sala operatoria della chirurgia plastica del Policlinico di Roma. Nel 1994 mentre preparavo delle flebo medicate con un farmaco sperimentale altamente cancerogeno, l’ausiliaria con il giornale in mano […]