Benvenuto su TDN
Registrati o Esegui il login

Combattere le disuguaglianze per far ripartire la crescita

inferm revolution mexicanaPuò la disparità di reddito danneggiare la crescita economica?
Aumenti diffusi a disparità di reddito hanno sollevato preoccupazioni circa il loro potenziale impatto sulle nostre società ed economie. Una nuova ricerca OCSE dimostra che quando la  disparità di reddito aumenta, la
crescita economica cade. Uno dei motivi è che i membri più poveri della società sono meno in grado di investire in istruzione. Combattere la disuguaglianza può rendere le nostre società più giusta e le nostre economie più forti.

 


 

L’uscita dell’ultimo lavoro di Joseph Stiglitz, “The Price of Inequality: How Today’s Divided Society Endangers Our Future” (il prezzo della disuguaglianza: come la società divisa di oggi mette in pericolo il nostro futuro), è importante per due fondamentali motivi. Perché l’economista Nobel denuncia l’insensatezza delle politiche di austerità in un periodo di depressione come quello attuale, e perché punta il dito sugli effetti negativi delle disuguaglianze dei redditi sulla crescita del Pil, mostrando come negli Stati Uniti quest’ultimo aspetto sia divenuto tanto patologico da far diventare il mito del “sogno americano” solo un pallido ricordo.

reddito

La questione cruciale che Stiglitz intende sottolineare è la seguente: far sì che gli investimenti tornino ai settori produttivi non è una operazione trascendentale. Sarebbero infatti necessarie una migliore regolamentazione finanziaria, migliori e più incisive leggi antitrust, una legislazione sulle imprese che limiti il potere dei grandi manager di fissarsi arbitrariamente le proprie retribuzioni, e nel complesso una maggiore trasparenza in tutti questi ambiti.

Inoltre poiché la maggior parte del reddito delle fasce più alte della distribuzione deriva dai guadagni di operazioni puramente finanziarie e/o speculative, una tassazione maggiormente progressiva (ed in particolare una tassazione dei capital gains) sarebbe un utile deterrente. Peraltro, l’eventuale utilizzo da parte dello Stato dei maggiori introiti fiscali potrebbe trovare impiego in investimenti pubblici ad alta redditività, producendo in questo senso un duplice effetto positivo.

In generale i paesi che presentano un alto tasso di diseguaglianza tendono a disinvestire nel benessere collettivo, spendendo troppo poco rispetto a quanto dovuto in istruzione, innovazione ed infrastrutture. Ed oggi gli investimenti pubblici sono particolarmente importanti: aumentano la domanda nel breve periodo e la produttività nel medio termine.

Rivolgendo l’attenzione agli Stati Uniti, Stiglitz inoltre sottolinea come proprio una ripresa dell’investimento pubblico nell’istruzione potrebbe riportare in auge il mito del “sogno americano”.
In sintesi: è necessario revisionare profondamente le priorità dell’agenda della politica economica, passando dall’obiettivo di riduzione del bilancio pubblico a quello di favorire una migliore distribuzione dei redditi. Gli effetti espansivi che si otterrebbero andrebbero inoltre a beneficio della stessa riduzione del deficit pubblico. E’ la bassa crescita a generare deficit di bilancio pubblico, non il contrario. E conclude: “Possiamo raggiungere il livello di ricchezza diffusa che ha caratterizzato le decadi dopo la Seconda Guerra Mondiale”.  Quei “30 anni d’oro” in cui hanno prevalso negli USA e nel resto del mondo politiche di stampo keynesiano.

Fonte: http://www.project-syndicate.org/commentary/the-price-of-inequality

 

Commenti

commenti

Pubblicato il: 12-12-2014

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento



Pubblicata da: The Daily Nurse

LOGIN VELOCE

HONCode

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.

Search only trustworthy HONcode health websites:

Iscriviti via mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a The Daily Nurse, e ricevere via mail le notifiche dei nuovi articoli.

Advertising

Advertising


speciale expo2015


The Daily Opinion

  • stressotto Stop alla reazione immunitaria infermieristica 19/03/2015 - Le reazioni immunitarie esagerate provocano danni all’organismo, e la loro manifestazione può essere davvero pericolosa per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’individuo. Ora è il momento di pensare al bene dell’individuo e cercare quindi di mettere da parte le cause (motivazioni) che provocano la reazione antigene-anticorpo. Vi starete chiedendo quale […]
  • coltan-diamanti-insanguinati Chiamami coltan… 19/03/2015 - ATTENZIONE, IMMAGINI FORTI Vi siete mai chiesto cosa c’è dietro il nostro smartphone? il coltan, e tante guerre e tanti schiavi… Coltan e cassiterite. La maggior parte di voi non sa neanche cosa siano, sebbene li abbiate ogni giorno tra le mani. Sono due minerali, utilizzati per costruire i componenti elettronici di cellulari e […]
  • maxresdefault Sciogliete le righe… 18/03/2015 - La riconferma della FNC Ipasvi nel solco del cammino intrapreso sulle competenze specialistiche e la odierna presa di posizione delle Senatice Annalisa Silvestro sparpaglia le truppe antagoniste e scompagina la protesta orchestrata dai soliti noti, il  motto? Sciogliete le righe. Non c’è più nulla cui appellarsi, su cui cavillare (o cavicchiare); la […]
  • get_involved Infermieri, un impegno politico, per un movimento politico 17/03/2015 -   Con la riforma della spesa (spending review) che prevede ancora “tagli lineari”, la politica e l’ infermieristica sembrano lontanissime l’una dall’altra. Abbiamo dimostrato che gli infermieri possono curare una nazione intera, lo facciamo da anni, quindi: Infermieri, Salute, Politica e Cittadini rappresentano un continuum ineludibile. Un filo rosso unisce Noi Cittadini per […]
  • 579 #maisenzainfermieri 16/03/2015 - QUESTA NON È UNA PETIZIONE, MA UNA CAMPAGNA CHE PERMETTE DI FAR ARRIVARE A ENRICO ROSSI UN MESSAGGIO CHE NON POTRÀ IGNORARE GRAZIE AI MECCANISMI MEDIATICI INNESCATI DA MEGASHOUTS. ENRICO ROSSI RICEVERÀ IL MESSAGGIO ATTRAVERSO PIÙ MEZZI: SOCIAL NETWORK, GIORNALI, TV, RADIO, PUBBLICITÀ ONLINE, MANIFESTI, VOLANTINI, UOMINI SANDWICH E ALTRI […]

Advertising

The Daily Tweet

Advertising

WEB & APP

  • rsu In attesa delle RSU, tutti i dati reali… (11/25/2014) - Comparto Sanità – triennio 2013-2015 RAPPRESENTATIVITA’ 2013-2015 * COMPARTO SANITA’ DELEGHE % VOTI % MEDIA CONF. FP CGIL 74.270 26,64% 106.921 28,80% 27,72% CGIL CISL FP 71.566 25,67% 94.302 25,40% 25,53% CISL UIL FPL 46.915 16,83% 66.926 18,03% 17,43% UIL FIALS 26.401 9,47% 33.373 8,99% 9,23% CONFSAL FSI 14.658 5,26% […]
  • 10748802_10203344340072354_1388109843_n Libertà di stampa (11/5/2014) -   Libertà di stampa, anche per chi invece: Mente di stampa… Messaggeri di menzogne! Lo sciopero non è servito a nulla, serve per fare iscritti e soldi, come tutti i sindacati, i colleghi non sono né ignoranti ne scemi, lo capiscono benissimo da soli. La maggior parte degli infermieri non […]
  • firmacgt Subito i delitti ambientali nel Codice penale – @riparteilfuturo (12/16/2014) - PETIZIONE diretta al Presidente del Senato Sen. Pietro Grasso, al Presidente della Commissione Territorio, Ambiente, Beni Ambientali del Senato Sen. Giuseppe Francesco Maria Marinello, al Presidente della Commissione Giustizia del Senato Sen. Francesco Nitto Palma A febbraio la Camera ha approvato l’inserimento di 4 delitti ambientali nel nostro Codice penale: […]
  • thedailynurse Sharing is living… (1/28/2015) - Foto Getty Images Ciao Claudio. Perdonami la domanda forse banale ma….colleghi che hanno incominciato a conoscere “The Daily Nurse” grazie agli articoli elaborati dalle nostre menti e poi pubblicati, mi chiedono se esiste un modo per essere aggiornati delle pubblicazioni in tempo reale o se semplicemente interessati bisogna andare a […]
  • 203505097-76d9033e-3b0d-4c39-b0fe-82817e2676cd Encerrados (1/29/2015) - Encerrados è un progetto che mi ha portato in un lungo viaggio, durato 10 anni, nelle carceri di tutto il  Sudamerica: 74 prigioni in paesi ancora per molti versi sconosciuti, dalla Colombia e il Venezuela fino all’Argentina e il Cile. Ho scelto di raccontare il Sudamerica attraverso le carceri perché credo […]

I VOLTI QUOTIDIANI

  • Bianco_-_2 BIANCO LASCIA LA FNOMCEO MA NON PERDE IL VIZIO… (1/28/2015) - Amedeo Bianco, Senatore PD e Presidente FNOMCEO lascia, con un comunicato il Capo dell’ ordine dei Medici Italiani dichiara: Ritengo doveroso rendere pubblica la decisione di ritenere concluso il mio servizio alla Professione e alle sue Istituzioni rappresentative, non ricandidandomi quindi alle prossime elezioni… Ufficio Stampa FNOMCeO Tutto molto strano, visto […]
  • mangiacavalli Barbara Mangiacavalli (3/15/2015) - Barbara Mangiacavalli, classe 1969, dirigente del Servizio Infermieristico Tecnico e Riabilitativo Aziendale (SITRA), presso la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia. Il SITRA concorre alla realizzazione della mission aziendale, assicurando la qualità, l’efficacia, l’efficienza tecnico-operativa delle attività assistenziali erogate. Percorso lavorativo: Dal 1.11.2003 ad oggi – Direttore SC SITRA a […]
  • 404581_4710566773113_1964369227_n Ferdinando Iacuaniello (11/1/2013) - Ciao Ferdinando, grazie per aver accettato di farti intervistare, ci faresti una breve descrizione di te, di cosa fai nella vita e del tuo curriculum formativo e lavorativo? Mi definirei semplicemente infermiere da 7 anni, lavoro da ormai 5 presso l’azienda Usl di Rimini, come molti colleghi mi tengo aggiornato […]
  • images Giorgio Bert (2/13/2014) - Dott Giorgio Bert, si presenta ai Ns lettori? Medico, ottuagenario, già docente universitario, co-fondatore dell’Istituto CHANGE di counselling sistemico di Torino e di Slow Medicine: www.slowmedicine.it   La leggo con interesse nel gruppo Facebook Slow Medicine, una dichiarazione di intenti precisa. Cos’è Slow Medicine ? È una proposta culturale e di […]
  • mauro_di_fresco Mauro di Fresco (1/27/2014) - Prof. Di Fresco, grazie per aver accettato di farsi intervistare. Si presenta ai nostri lettori? Sono un infermiere universitario assegnato presso la sala operatoria della chirurgia plastica del Policlinico di Roma. Nel 1994 mentre preparavo delle flebo medicate con un farmaco sperimentale altamente cancerogeno, l’ausiliaria con il giornale in mano […]