Benvenuto su TDN
Registrati o Esegui il login

Drone ambulanza, perchè non funzionerà

Un drone ambulanza, capace di trasportare in tempi record un defibrillatore di 4 kg circa sul luogo della chiamata, e salvare quindi gli sfortunati colpiti da un attacco di cuore.

Pensato e progettato dall’ingegnere 23enne Alec Momont e presentato in Olanda, questo droneambulanza salvavita sarà in grado di trasportare un defribrillatore, una maschera d’ossigeno o una dose d’insulina in tempi rapidissimi. Il suo raggio di azione è stimato in 12Km e grazie al GPS potrà trovare con precisione chi abbia bisogno di soccorso immediato. Il velivolo sarà realizzato in fibra di carbonio e con grande impiego di particolari stampati con tecnologia 3D, avrà un costo approssimativo di 21.000 dollari.

Idea sicuramente non nuovissima, ciò nonostante la notizia ha fatto il giro del mondo, d’altro canto la salute sta a cuore a tutti.

drone_ambulanzaDavvero un oggetto del genere potrà sostituire un intervento umano? Analizziamo alcuni scenari operativi e valutiamo a fondo quanto ci possa essere di vero e tangibile in questo progetto. Innanzi tutto come del resto anche in casi con operatori umani è necessaria una seconda persona con un minimo di cultura di base di primo soccorso, che dovrà anche essere dotata di apposita app sullo smartphone per comunicare la propria posizione tramite coordinate ricevute dai satelliti. Al di la della bella foto qui a fianco prevediamo che un utilizzo in un ambito urbano, con palazzi, segnaletica verticale, autobus diventi molto problematico per il drone svolgere una missione pre programmata evitando ostacoli fissi e in movimento.
Certo opportuni sensori di sense and avoid (vedi ed evita) dovranno essere installati, ma siamo ben consci che allo stato attuale non permettono un attendibilità certa. Ipotizziamo quindi uno scenario extra urbano, in una bella pianura dove il malcapitato si trovi in pericolo di vita. In questo caso la rotta programmata per il drone potrebbe essere portata a termine senza sbattere contro alberi o cartelloni pubblicitari, ma bisognerà prestare attenzione al punto esatto nel quale il drone salvavita avrà deciso di atterrare. Se per ipotesi si trovasse troppo vicino al moribondo o al suo soccorritore bisognerà prevedere una routine di spostamento o sospensione del atterraggio automatico, ipotizziamo per motivi pratici che il carico pagante, il defibrillatore non possa essere paracadutato o men che meno sganciato dal drone.

Vorremmo davvero che questi utili progetti andassero in porto, ma prima di lasciarsi andare a facili entusiasmi sarà bene fare i conti con le effettive difficoltà pratiche e la attuale tecnologia a disposizione. Per lo stesso motivo i droni di Google al momento operano in ampie aree extra urbane per la loro attività sperimentale di consegna pacchi o altro materiale quali ad esempio medicinali come sta invece provando DHL in Europa

 

http://www.dronezine.it/

Commenti

commenti

Pubblicato il: 30-10-2014

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento



Pubblicata da: The Daily Nurse

LOGIN VELOCE

HONCode

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.

Search only trustworthy HONcode health websites:

Iscriviti via mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a The Daily Nurse, e ricevere via mail le notifiche dei nuovi articoli.

Advertising

Advertising


speciale expo2015


The Daily Opinion

  • stressotto Stop alla reazione immunitaria infermieristica 19/03/2015 - Le reazioni immunitarie esagerate provocano danni all’organismo, e la loro manifestazione può essere davvero pericolosa per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’individuo. Ora è il momento di pensare al bene dell’individuo e cercare quindi di mettere da parte le cause (motivazioni) che provocano la reazione antigene-anticorpo. Vi starete chiedendo quale […]
  • coltan-diamanti-insanguinati Chiamami coltan… 19/03/2015 - ATTENZIONE, IMMAGINI FORTI Vi siete mai chiesto cosa c’è dietro il nostro smartphone? il coltan, e tante guerre e tanti schiavi… Coltan e cassiterite. La maggior parte di voi non sa neanche cosa siano, sebbene li abbiate ogni giorno tra le mani. Sono due minerali, utilizzati per costruire i componenti elettronici di cellulari e […]
  • maxresdefault Sciogliete le righe… 18/03/2015 - La riconferma della FNC Ipasvi nel solco del cammino intrapreso sulle competenze specialistiche e la odierna presa di posizione delle Senatice Annalisa Silvestro sparpaglia le truppe antagoniste e scompagina la protesta orchestrata dai soliti noti, il  motto? Sciogliete le righe. Non c’è più nulla cui appellarsi, su cui cavillare (o cavicchiare); la […]
  • get_involved Infermieri, un impegno politico, per un movimento politico 17/03/2015 -   Con la riforma della spesa (spending review) che prevede ancora “tagli lineari”, la politica e l’ infermieristica sembrano lontanissime l’una dall’altra. Abbiamo dimostrato che gli infermieri possono curare una nazione intera, lo facciamo da anni, quindi: Infermieri, Salute, Politica e Cittadini rappresentano un continuum ineludibile. Un filo rosso unisce Noi Cittadini per […]
  • 579 #maisenzainfermieri 16/03/2015 - QUESTA NON È UNA PETIZIONE, MA UNA CAMPAGNA CHE PERMETTE DI FAR ARRIVARE A ENRICO ROSSI UN MESSAGGIO CHE NON POTRÀ IGNORARE GRAZIE AI MECCANISMI MEDIATICI INNESCATI DA MEGASHOUTS. ENRICO ROSSI RICEVERÀ IL MESSAGGIO ATTRAVERSO PIÙ MEZZI: SOCIAL NETWORK, GIORNALI, TV, RADIO, PUBBLICITÀ ONLINE, MANIFESTI, VOLANTINI, UOMINI SANDWICH E ALTRI […]

Advertising

The Daily Tweet

Advertising

WEB & APP

  • 10751898_10205072277197101_742683391_n LETTERA APERTA A NURSIND, E SONO TRE!!! (11/12/2014) - Considerato l’art 2 statuto Nursind che esordisce in questo modo: “Il Sindacato “NURSIND” non ha fini di lucro…”, ragion per cui non è destinato alla realizzazione di profitti, di conseguenza tutti gli utili devono essere reinvestiti per le finalità stesse del sindacato. Considerato l’art.4 statuto Nursind che definisce la quota […]
  • EMERGENCYlogo EMERGENCY cerca Infermieri!!! (11/5/2014) - Siamo stati contattati da Emergency e più che volentieri diamo il nostro supporto ed il nostro spazio istituzionale alle loro iniziative. Si cercano Infermieri VOLONTARI per l’ambulatorio di Marghera (VE) ed è attiva attiva una ricerca di personale (retribuito) per i progetti esteri, con una particolare attenzione per quanto riguarda […]
  • rodota FINALMENTE LA “COSTITUZIONE DI INTERNET” (10/14/2014) - FINALMENTE LA “COSTITUZIONE DI INTERNET” Composta da 14 punti La carta, che nasce per fare da base a eventuali interventi legislativi e per essere portata sui tavoli di discussione internazionali, introduce il diritto fondamentale di accesso a Internet, ovvero quello di potersi connettere da qualsiasi zona del Paese o situazione […]
  • 7c7c74b2-8d17-44f2-a03b-cf06c2752e03 Paolo Traversa (11/8/2014) - Genova ha il suo Infermiere cantautore E’ con molto piacere che accogliamo e vi invitiamo ad ascoltare, il videoclip realizzato da Paolo Traversa, infermiere genovese che ha composto e dedicato una canzone a tutti noi Infermieri. Il Collegio IPASVI ha patrocinato la realizzazione di questo video che intende promuovere per […]
  • onore_infermieri In “Questa Italia che va” onore agli infermieri (2/13/2015) - Un lettore ci scrive al giornale  Varese News della sua esperienza all’ospedale di Busto. Tre settimane in diversi reparti, dove ha potuto constatare la professionalità e l’umanità degli operatori: Carissimo Direttore, Sono circa 3 settimane che giro per l’Ospedale di Busto Arsizio, Prima una settimana in PS nel locale astanteria, Poi […]

I VOLTI QUOTIDIANI

  • biagini Alessio Biagini (2/26/2014) - Alessio, grazie per aver accettato di farti intervistare. Ti presenti ai nostri lettori? Grazie a voi! Mi chiamo Alessio Biagini, sono di Ancona, ho 22 anni e sono uno studente in Infermieristica presso l’UNIVPM. Ho studiato precedentemente presso il liceo scientifico Livio Cambi di Falconara. Fortunatamente non manca molto alla […]
  • 1236201_689517261078312_65946283_n Saverio Andreula (11/7/2013) - Grazie Saverio per l’intervista. Presidente IPASVI Bari, Infermiere; si presenta? Grazie a Te Claudio. Io Infermiere dal 1978 alle dipendenze dell’Az. Ospedaliero – Universitaria Policlinico di Bari. Nella stessa Università di Bari ho conseguito diversi titoli/attestati di specificità professionale nell’ambito della professione Infermieristica ed anche il diploma vecchio ordinamento dii […]
  • mauro_di_fresco Mauro di Fresco (1/27/2014) - Prof. Di Fresco, grazie per aver accettato di farsi intervistare. Si presenta ai nostri lettori? Sono un infermiere universitario assegnato presso la sala operatoria della chirurgia plastica del Policlinico di Roma. Nel 1994 mentre preparavo delle flebo medicate con un farmaco sperimentale altamente cancerogeno, l’ausiliaria con il giornale in mano […]
  • 537261_517252288344890_561122450_a Matteo Giuseppe Incaviglia (10/30/2013) - Ciao Matteo, grazie per aver accettato di farti intervistare, ci faresti una breve descrizione di te, di cosa fai nella vita e del tuo curriculum formativo e lavorativo? Mi chiamo Matteo incaviglia, mi sono formato nelle le vecchie scuole regionali, ho sempre avuto la passione per le materie giuridiche, o […]
  • 37853_1342889377747_4323598_n Enzo Palladino (12/29/2013) - Palladino Enzo grazie per l’ intervista. Ti presenti? Sono infermiere da circa 20 anni, prima diplomato e poi laureato! Due master di primo livello acquisiti ed uno in corso di acquisizione. Dirigente sindacale, nel tempo, a tutti i livelli territoriali. Ho 44, quasi 45 anni, e lavoro presso gli Ospedali Riuniti […]